Category: Pubblicità


Annunci

Cosa vi ricorda questa celeberrima frase? Ma naturalmente le Cucine Scavolini! Oggi ho scoperto che prima della famosissima showgirl Lorella Cuccarini, la precedeva Raffaella Carrà che per tutta la parte centrale degli anni ’80 è stata la testimonial ufficiale delle Cucine Scavolini. Eccola in una delle sue “interpretazioni”, poco prima di lasciare il testimone a Lorella Cuccarini, che rimarrà nell’immaginario collettivo come “La più amata dagli italiani

La Sip a partire dalla metà degli anni ’80, realizzò campagne pubblicitarie volte a promuovere sia i nuovi prodotti, sia un’immagine dell’azienda come profondamente rinnovata e proiettata nel futuro. Alcune fra le più note campagne furono affidate a importanti agenzie che operavano nel settore della comunicazione e del marketing di impresa. Un ruolo particolare fu svolto dalla Armando Testa SpA, che, a partire dal 1985, firmò per Sip la campagna che aveva per slogan “Il futuro è in linea“. Nel 1989 sui nostri schermi andava in onda una pubblicità che per testimonial aveva una giovane Yvonne Sciò. La giovane protagonista, dopo le ore 18:30, passava ore ed ore al telefono a parlare con il suo fidanzato, ma la frase che più è rimasta nella nostra memoria è “Ma mi ami, ma quanto mi ami? Ma mi pensi, ma quanto mi pensi? Impossibile dimenticarla!!

La Barilla, famosissima produttrice di pasta, negli anni ’80 per il suo commercial incarica uno dei più grandi registi italiani Federico Fellini. Lo spot è ambientato in un ristorante francese di alta classe, ai due clienti viene fatta una lista dei migliori piatti francesi che possono mangiare in quel ristorante. I due protagonisti intanto si scambiano sguardi ammiccanti, ad un certo punto la donna esclama “rigatoni”; il camerire dice “Barilla” suscitando l’attenzione di tutti i clienti presenti. In questo spot non sentiamo il solito slogan “dove c’è Barilla c’è casa”, ma viene creato uno slogan in stile cinematograficoBarilla mi fai sentire sempre al dente“.